SUNTO

Sunto non si compra ... si legge gratis 

Dal 1976 l'informazione paliesca senza un briciolo di pubblicità

 

 

Si andrà verso una "tratta ad invito"?

Con l'inserimento dei veterinari di Contrada dentro il Fallimentone e l'art. 37, che offre la possibilità ai Capitani di escludere i cavalli inutili, si sta probabilmente andando verso una nuova tappa storica del Palio.

La cosiddetta "tratta ad invito" sembra sempre più vicina e concreta poiché è evidente che se da una parte ci sono i veterinari (pronti a bocciare i cavalli, sani e perfetti ma non al momento perfettamente addestrati) e dall'altra i Capitani (che non vogliono dentro l'Entrone quei cavalli inutili e che nessun fantino vuole condurre tra i canapi) il risultato sembra inevitabile.

Ci troviamo, in verità, alla vigilia di un forte scombussolamento delle strategie e se per questo 2023 l'inserimento dei veterinari di Contrada può ancora costituire uno novità, è evidente che durante il percorso del Fallimentone si andranno a consolidare esperienze da proiettarsi verso il 2024, l'anno della vigilia per la "tratta ad invito".

Dopotutto, con un premio altissimo per il proprietario del cavallo vincitore (15.000 eurini) la "tratta ad invito" costituirebbe un incentivo di assoluto prestigio nel preparare ed addestrare i cavalli per il tufo.

La nuova amministrazione di Palazzo dovrà prestare attenzione ad una situazione inedita e che potrebbe costituire una svolta delle strategie paliesche, tutte a vantaggio proprio di Palazzo.

24 gennaio 2023